Glossario

Adduzione dell’avampiede
Angolazione della parte anteriore del piede verso la parte interna del piede stesso
 
Amiotrofia
Atrofia del muscolo striato, che si traduce in una diminuzione di volume della massa muscolare.
 
Astragalo
Osso breve del piede, vertice della volta tarsale, che svolge un ruolo essenziale nei movimenti di flessione ed estensione del piede sulla gamba. Si articola in basso con il calcagno e in avanti con lo scafoide.
 
Biomeccanica
Branca della medicina che spiega i fenomeni vitali per mezzo della fisica e della chimica.
 
Bot(e) [Torto]
Aggettivo che si ritrova nel primo dizionario della lingua francese pubblicato nel 1606 (Jean Nicot, Thresor de la langue françoyse) e la cui definizione è la seguente :
Bot, m.= Mousse, tronqué en rond par contre-facture. Ainsi Pied bot, c'est à dire, contre-fait, en rond et mousse, dont peut partir Boiter, Boitouser et Boiteux.
 
Calcagno
Osso del tarso, situato nella parte inferiore (bassa) e posteriore (dietro) del piede. Il calcagno forma la salienza del tallone e rappresenta il sostegno posteriore della volta plantare. Si articola in alto con l’astragalo e in avanti con il cuboide.
 
Cavismo
Termine utilizzato per parlare di un ìncavo anormale a livello della volta plantare.
 
Congenito

Si dice di malattie, di anomalie o di lesioni presenti fin dalla nascita : le patologie congenite si classificano in due gruppi a seconda che siano trasmissibili o non trasmissibili :
patologie congenite ereditarie : dovute a delle anomalie genetiche
patologie congenite non ereditarie : embriopatie o fetopatie.

 
Contenzione
Procedura utilizzata per mantenere una posizione dell’arto, o di un segmento dell’arto (esempio : contenzione di una frattura in un gesso).
 
Cromosoma
Struttura situata nel nucleo di tutte le cellule viventi e che serve da supporto ai caratteri genetici. I cromosomi rappresentano il materiale ereditario degli esseri viventi e trasmettono le informazioni dalla cellula madre alla cellula figlia. Sono formati da acido desossiribonucleico (DNA) e sono 46 in ogni cellula (tranne che nelle cellule gonadiche, ovuli e spermatozoi).
 
Deformazioni dei piedi
Le deformazioni sono le conseguenze di un alterazione della morfogenesi che si verifica nel periodo fetale, ovverosia dopo l’8^ settimana. Possono verificarsi precocemente e avere delle conseguenze gravi sull’anatomia (piede torto equino varo supinato, piede convesso congenito, piede a serpentina detto anche piede a Z o a S) ; o verificarsi più tardivamente con conseguenze più limitate : si parla in questo caso di malposizioni (piede talo diretto o piede talo-valgo, metatarso varo, metatarso addotto, piede supinato, piede varo)
 
Embriopatia
Malattia contratta dall’embrione nell’utero (durante i primi 3 mesi) che si traduce in malformazioni alla nascita.
 
Equinismo
Movimento della caviglia e del piede che porta la punta del piede verso il basso.
 
Femoro-podalico
Che si estende dalla coscia al piede.
   
Fetopatia
Malattia che colpisce il feto durante la vita intra-uterina, e che si verifica su di un organismo già quasi interamente formato. Le conseguenze delle fetopatie vengono designate con il termine di deformazioni. Il piede torto equino varo supinato idiopatico fa parte delle deformazioni precoci.
 
Fisiopatologia
Branca della medicina che tenta di comprendere le malattie.
   
Fisioterapia
Tecnica di trattamento per mezzo del movimento. Il suo obiettivo è di provocare, attraverso dei movimenti attivi e passivi, il funzionamento di differenti parti del corpo, di farle sviluppare o farle recuperare
 
Gesso di Parigi
Gesso tradizionale, costituito da gesso applicato su una fascia di tela.
   
Idiopatico
Una malattia viene detta idiopatica quando esiste di per sé stessa, senza relazione con un altro stato patologico.
   
Malattia ereditaria
Le malattie ereditarie sono dovute a un’alterazione di uno o più cromosomi (e non ad un’alterazione dell’embrione o del feto - Cfr Embriopatia e Fetopatia). Si trasmettono ai discendenti secondo leggi matematiche variabili (trasmissione dominante o recessiva).
 
Malformazioni dei piedi
Le malformazioni sono le conseguenze di un’anomalia di organogenesi che si verifica durante il periodo embrionario, ovverosia prima dell’8^ settimana di vita. Sono patologie rare ma definitive, nel senso che il piede malformato non sarà mai normale.
 
Malposizioni dei piedi
In senso letterale : cattive posizioni.
Sono delle deformazioni che si verificano tardivamente con conseguenze limitate, legate a forze che costringono il feto nella cavità uterina (piede talo diretto o piede talo-valgo, metatarso addotto, metatarso varo, piede supinato, piede varo)
 
Manipolazione
Movimento passivo imposto a dei segmenti del corpo a scopo terapeutico.
 
Metatarso
Parte dello scheletro situata tra il tarso e le dita del piede, e che partecipa alla struttura della volta plantare. E’ composta da 5 ossa lunghe : i metatarsi, articolati posteriormente con le ossa della 2^ filiera del tarso e in avanti con le prime falangi delle dita.
 
Mobilizzazione
Spostamento di un segmento del corpo rispetto agli altri segmenti, o spostamento del corpo rispetto al suolo.
 
Morfogenesi
Sviluppo del corpo dell’embrione che a partire da una forma piana si delimita e si modella per prendere una forma umana.
 
Ortopedia
Branca della medicina e della chirurgia che studia il trattamento, cruento o incruento, delle malattie dell’apparato locomotore.
 
Per-cutaneo
Attraverso la pelle.
 
Riduzione
Correzione di una posizione scorretta (esempio : riduzione di una frattura scomposta).
 
SScafoide
Osso del tarso situato sul versante interno del piede, al davanti dell’astragalo e posteriormente alle ossa cuneiformi.
 
Secondario
Si dice di tutte le manifestazioni patologiche conseguenti a un’altra malattia (detta primitiva) che ne ha provocato o favorito la comparsa.
 
Supinazione
Movimento di rotazione della mano o del piede che porta il palmo della mano o la pianta del piede verso l’alto.
 
Tendine d'Achille
Parte terminale del muscolo tricipite surale (muscolo del polpaccio) che si inserisce sul calcagno (osso del tallone).
 
Tenotomia
Gesto chirurgico che consiste nel tagliare più o meno completamente un tendine.
 
Tutore/Valva
Apparecchio di contenzione amovibile, qualunque sia la sua natura (gesso, plastica, materiale sintetico, metallo…).
   
Varismo
Spostamento di una porzione di una regione anatomica verso la parte interna del corpo, se lo si guarda dal davanti.

| Pagina iniziale | Cos’è un piede torto? | Immagini di piedi torti | Storia del piede torto | I trattamenti | Il Dottor Ponseti | Il Metodo Ponseti | Piede torto e Sport | Per saperne di più | Forum |
| Consegne per i fisioterapisti | Lo Score di Diméglio | I bendaggi di Finck |
Glossario | Fisioterapia | Madame Bovary | Assistenza Sanitaria | Anatomia | Radiologia | Diagnosi prenatale | Domande-Risposte | Cenni legali |