Cos’è un piede torto ?

Embriologia
Lo sviluppo del piede durante la crescita intra-uterina (morphogenenesi) è molto precoce: nel corso del 2° mese di vita.
Diagnosi
prenatale
Attualmente il 46% dei piedi torti equino-varo-supinati viene diagnosticato all’ecografia prenatale
Definizione

Il piede torto, detto anche piede torto equino-varo-supinato, è un’anomalia di sviluppo del piede che si verifica durante il periodo fetale.
Si tratta di una deformità congenita (ossia presente sin dalla nascita).

Frequenza
Tale anomalia colpisce 1-2 bambini ogni 1000 nascite.
 
Sesso
I maschi sono più colpiti delle femmine (70% dei casi).
Sexe ratio

Lato


Nella metà dei casi sono colpiti entrambe i piedi.
Spiegazioni

Le ossa del piede, le articolazioni e le parti molli (tendini, muscoli, cute, capsule delle articolazioni) sono deformati su diversi piani dello spazio.
Queste deformazioni sono visibili dalla nascita.
Il piede e la caviglia mancano di flessibilità e sembrano irrigiditi in una cattiva posizione.

Aspetti genetici del piede torto equino-varo-supinato

In certe famiglie e popolazioni, la presenza del piede torto equino-varo-supinato idiopatico è più frequente.

La ricerca dei fattori genetici (cromosomici) predisponenti è già stata oggetto di varie pubblicazioni.


Vedere la pagina
“Genetica del piede torto”
(in corso di realizzazione)
Piede torto idiopatico e piede torto secondario

Il termine di piede torto “idiopatico” significa che non esistono altre malattie che possano aver partecipato alla deformazione del piede.
Un piede torto secondario si manifesta in un contesto di patologia più generale del corpo : ad esempio per una patologia neurologica o per una patologia che colpisce la flessibilità di tutti i tessuti.
I piedi torti secondari sono spesso molto difficili da trattare.

 
Diagnosi
(piede torto idiopatico)

Per fare diagnosi di piede torto alla nascita, occorre che si constati una deformazione ed una rigidità del piede su diversi piani dello spazio :


 
   

adduzione dell’avampiede
varismo del retropiede
supinazione del piede
equinismo del piede e della caviglia
cavismo del piede

   
Adduzione dell’avampiede
Guardando il piede dal basso, si osserva che la porzione anteriore del piede (con le dita) punta verso l’interno
(Glossario)
   
Varismo del retropiede
Guardando il piede da dietro, si osserva che il tallone bascula verso l’interno
(Glossario)
   
Supinazione del piede
Guardando il piede da davanti, si osserva che la pianta del piede ruota e punta verso l’alto
(Glossario)
 
Equinismo del piede e della caviglia
Guardando il piede di lato, si osserva che la punta del piede è diretta verso il basso
(Glossario)
   
Cavismo del piede
Il cavismo è l’aspetto di “rottura” del piede, nettamente visibile a livello della metà del piede, sul suo bordo interno
(Glossario)
Diagnosi differenziale e altre anomalie dei piedi alla nascita  

Il piede varo

Si tratta di una malposizione del piede, che assomiglia molto al piede torto equino-varo-supinato, con la differenza che questa “cattiva posizione”è riducibile alla mobilizzazione passiva del piede.

Pied droit varus
   

Il metatarso addotto

Si tratta di una malposizione del piede caratterizzata da un basculamento verso l’interno della parte anteriore del piede rispetto a quella posteriore.
E’ anche una delle componenti del piede torto equino-varo-supinato.

Métatarsus adductus
   

Il piede convesso

Si tratta di una deformità del piede più rara rispetto al piede torto equino varo supinato, caratterizzata da una pianta del piede arrotondata (convessa verso il basso) e da alcune anomalie radiografiche. Il trattamento è difficile e spesso chirurgico.

   

Il piede talo diretto

Si tratta di una malposizione del piede caratterizzata da una flessione dorsale eccessiva, tale da far sì che il dorso del piede viene a contatto con la superficie anteriore della gamba.
La prognosi, in caso di trattamento (rieducazione e valve/tutori) è eccellente.

Pied talus direct droit
Evoluzione naturale del piede torto (senza trattamento)  

Il piede torto idiopatico non ha la tendenza naturale alla correzione spontanea.
Col tempo, le deformazioni si fissano e le articolazioni diventano sempre più rigide.
La deambulazione è possibile, ma si verifica sul bordo esterno del piede, o addirittura sul dorso, il che è causa di dolori.
A tale stadio dell’evoluzione, persino la chirurgia tradizionale del piede torto è inefficace, ed occorre correggere i piedi con degli apparati di fissazione esterna (fissatori esterni).

Pieds bots non traités à l'âge adulte (Inde)

Ritorna all’inizio della pagina

| Pagina iniziale | Cos’è un piede torto? | Immagini di piedi torti | Storia del piede torto | I trattamenti | Il Dottor Ponseti | Il Metodo Ponseti | Piede torto e Sport | Per saperne di più | Forum |
| Consegne per i fisioterapisti | Lo Score di Diméglio | I bendaggi di Finck |
Glossario | Fisioterapia | Madame Bovary | Assistenza Sanitaria | Anatomia | Radiologia | Diagnosi prenatale | Domande-Risposte | Cenni legali |